Al via, sulla piattaforma www.artbonus.gov.it, l’8° edizione del Concorso Art Bonus.

05/02/2024

L’iniziativa è organizzata dal Ministero della Cultura e da ALES, in collaborazione con Promo PA Fondazione – LuBeC, per offrire visibilità e riconoscimento agli enti promotori di raccolte Art Bonus e ai loro donatori.

Il concorso è finalizzato a rendere i territori protagonisti grazie al voto espresso da una giuria popolare spontanea: possono votare tutti coloro che desiderano sostenere uno o più progetti in gara, tutti realizzati grazie alle donazioni in denaro da parte di aziende, fondazioni e privati cittadini. Questa iniziativa contribuisce anche a diffondere la conoscenza dell’Art Bonus in quelle regioni italiane che potrebbero ottenere ancora maggiori benefici dall’applicazione di questa misura fiscale governativa a favore della cultura.

L’edizione 2024, che coincide con il decennale dell’entrata in vigore della Legge Art Bonus, registra un numero di progetti ammissibili ancora più elevato rispetto alle precedenti edizioni: un segnale di grande vivacità dei territori e di una costante crescita del mecenatismo, sia pure a macchia di leopardo sull’intero territorio nazionale.

Ammessi al Concorso 2024 sono circa 400 progetti che hanno raggiunto l’obiettivo economico prefissato tra il 1° gennaio e il 31 dicembre 2023 e rispondono ai requisiti previsti dal regolamento 2024. I progetti ammessi sono distribuiti nelle seguenti 17 regioni, in ordine di numerosità dei progetti in gara: Toscana, Emilia Romagna, Piemonte, Lombardia, Veneto, Marche, Friuli Venezia Giulia, Liguria, Umbria, Lazio, Trentino Alto Adige, Campania, Puglia, Abruzzo, Sicilia, Calabria, Sardegna.

Come votare:

Con un semplice clic sulla piattaforma Art Bonus e con un like sui canali social, a seconda della fase di svolgimento della votazione.

I progetti sono divisi in due categorie:

1) Categoria “Beni e luoghi della cultura”: progetti di restauro e manutenzione di beni culturali e progetti di sostegno a favore di musei, biblioteche, archivi, aree archeologiche, complessi monumentali.

2) Categoria “Spettacolo dal vivo”: progetti di sostegno agli enti e alle attività di spettacolo.

I vincitori assoluti della 8^ edizione saranno due, uno per ciascuna categoria.

Le fasi di svolgimento del Concorso Art Bonus 2024: 

FASE I: Votazione sul sito Art Bonus artbonus.gov.it/concorso/2024/ fino alle ore 12.00 del 1° marzo 2024. Obiettivo di questa fase è selezionare tra tutti i progetti ammessi i 20 progetti più votati per ciascuna delle due categorie, ovvero i primi 20 classificati per “Beni e luoghi della cultura” e i primi 20 classificati per “Spettacolo”.

FASE II: Votazione finale sui canali social Facebook e Instagram di Art Bonus dalle ore 12.00 del 4 marzo fino alle ore 12.00 del 18 marzo 2024. Partecipano alla Fase II i 40 progetti più votati considerando le due categorie.

I voti della prima e della seconda fase saranno sommati dalla Redazione Art Bonus per costruire la classifica finale.

Il premio consisterà in un riconoscimento simbolico consegnato ai 2 vincitori assoluti e agli altri 4 finalisti (arrivati in seconda e terza posizione in ciascuna categoria), ovvero ai primi tre classificati sul podio per ciascuna categoria.  La premiazione avrà luogo nel corso di un evento pubblico organizzato dagli enti promotori del concorso.

Dati aggiornati sull’Art Bonus: superati i 2.500 enti beneficiari, 39.000 mecenati, 6.100 interventi pubblicati sulla piattaforma, oltre 878 milioni di euro raccolti su tutto il territorio nazionale.



29/02/2024

Il Presidente e AD di Ales, tra gli organizzatori del convegno “La violenza psicologica uccide. Riconoscere e difendersi da una relazione tossica”.

L’iniziativa, prevista il 2 marzo 2024 alle ore 17:00, presso l’Auditorium – Sala Paris – del Conservatorio di Musica Licinio Refice di Frosinone, è promossa dal Settore del Welfare – Servizi Sociali del Comune di Frosinone in collaborazione con il Distretto Sociale B. Tema del convegno le relazioni tossiche connotate da violenza fisica, di genere […]

21/02/2024

Sinergie per il futuro al Parco Archeologico del Colosseo

L’incontro tra il Presidente e AD Ales (Società in house del Ministero della Cultura) Fabio Tagliaferri e il Direttore del Parco Archeologico del Colosseo, Alfonsina Russo, conferma Ales come punto di riferimento nell’ambito della tutela e della valorizzazione del patrimonio culturale italiano. Collaborazioni e progetti futuri per una sinergia ricca di potenzialità che vede già […]

13/02/2024

Prima visita del nuovo Presidente e Amministratore Delegato di Ales ( Società in house del MiC), Fabio Tagliaferri, al Parco Archeologico di Pompei

Con oltre 200 risorse impiegate sul sito archeologico, Ales offre al Ministero della Cultura servizi volti a migliorare le esperienze di fruizione dei beni per i visitatori del parco archeologico che prevedono l’accoglienza, l’assistenza al pubblico nel corso della visita e la vigilanza sui beni.   Anche grazie alla collaborazione con Ales, il Parco Archeologico […]